Pignoramento immobiliare: esiste un limite minimo per far scattare l’esecuzione?

Pignoramento immobiliare: esiste un limite minimo per far scattare l’esecuzione?

In teoria i creditori possono intraprendere la procedura per pignorare un immobile (sia prima casa che un terreno ad esempio) per qualsiasi importo –purché chiaramente la somma da riscuotere vada a coprire tutti i costi e resti quindi una convenienza economica. In ogni caso ecco alcune differenze, a seconda che il creditore sia un privato o un agente di riscossione come Equitalia.

Se il creditore è un privato. Banche e fornitori possono richiedere le ipoteche sui beni immobili del debitore e quindi procedere con la vendita.

Se il creditore è Equitalia. In questo caso la prima casa non può essere oggetto di pignoramento se il debitore non ha altre proprietà e purché non sia di lusso. In ogni caso per l’ipoteca potrà essere iscritta solo per debiti maggiori di 20mila euro e il pignoramento solo per debiti superiori a 120mila euro.

L’articolo è offerto da iReBuilding.com. iReBuilding srls si occupa di patrimonio edilizio, supporto tecnico e promozione degli immobili. Al momento il focus principale della società è sugli immobili in Abruzzo.

Potrebbero interessarti anche...